Concorso di Poesia "Fiordiversi"

La Scuola Media Fiori organizza da anni un concorso di poesia aperto a tutti i suoi alunni. Il concorso denominato Fiordiversi è parte integrante dell’attività di educazione al testo poetico, segmento importante dell’educazione linguistica. 

Fiordiversi 2018 - 2019

pubblicato 31 mag 2019, 00:06 da Amministratore Sistema

Anno scolastico 2018\2019

 VINCITORI CONCORSO DI POESIA

“ FIORDIVERSI

XVII edizione

 

Classi quinte

1° Classificato – Alice Silingardi, Carlotta Cornia, 5A, Scuola Don Milani

2° Classificato – Matilde Venturelli, Meriem Ismail, Rita Manfredini 5 A,Don Milani

3° Classificato – Sofia Malavasi, Giulia De Luca, Alessia Zecca , 5 B  Don Milani

3° Classificato – Andrea Ferretti, 5B, Scuola Don Milani

 

Premio specialeFederico Laversa, Riccardo Pinelli,Tommaso Trombini, 5 D, Ferrari

Amore per la natura

 

Classi prime

1° Classificato – Davide Pizzetti, Alessandro Veliko, 1 P

1° Classificato – Samuele Prinzis, 1 O

2° Classificato – Riccardo Tardini, 1 A

3° Classificato – Giacomo Minghelli, Federico Rompianesi, 1 M

 

Premio speciale: Matteo Costi, Pietro Forzisi, Martino Nicoletti, 1R

Simpatia

 

Classi seconde

1° Classificato –  Andrea Algeri, 2 S

2° Classificato –  Virginia Bernardini,2G

3° Classificato –  Elisa Rossi, Vanessa Rubino, 2 S

 

Premio speciale: Sara Guidelli, 2 G

Messaggio

 

Classi terze

1° Classificato – Giulia Bonechi, 3 B

2° Classificato – Chiara Mingione, 3 P

3° Classificato – Nicol Ferrari, Viviana Mercadante, 3B

 

Premio speciale: Oscar Chen, 3 O

Originalità

CARTA DI STORIA

 

 

Carta.

Carta di storia

volti la pagina e trovi la gloria.

Carta di gioia, carta di guerra

giri la carta e trovi la Terra.

Carta famosa

carta più bella

giri la carta e trovi una stella.

 

Carta.

Carta simpatica

carta divina

giri la carta e trovi la brina.

Carta bianca

carta blu

giri la carta e non ci sei più.

 

Carta.

Carta diversa

volti la carta e trovi l’orchestra.

Carta d’oro

carta d’alloro

volti la carta e trovi il commodoro.

 

 

 

 

 

 

 

Alice Silingardi, Carlotta Cornia, V A, Don Milani

 

 

 

 

VOLTA LA CARTA

 

 

 

Volta la carta, inizia una storia

che rimarrà nella memoria.

Volta la carta, si vede una donna

che danza con la sua gonna.

Volta la carta, si vede la felicità

che riempirebbe una città.

Volta la carta, si vede il mondo

che balla e canta a tutto tondo.

Volta la carta, la storia è finita

e sarà per sempre la mia preferita.

 

 

 

 

 

 

 

 

Matilde Venturelli, Meriem Ismail, Rita Manfredini, V A, Don Milani

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ANGIOLINA

 

 

Sulla panchina Angiolina agitata

aspetta il carabiniere innamorata

ma il carabiniere uscì

e dietro la carta sparì.

Angiolina mangia insalata

mentre piange disperata,

ma una musica all’improvviso

le portò un bel sorriso.

Angiolina ritaglia giornali

si libera dai mali,

vestita da sposa

con in mano una rosa

canta vittoria e finisce in gloria.

 

 

 

 

 

 

 

 

Sofia Malavasi, Giulia De Luca, Alessia Zecca, VB, Don Milani

 

 

 

 

 

 

 

C’E’ CHI …

 

 

C’è chi va a scuola

con i giochini e le scarpe belle

volta la carta e scopri che

qualcuno la scuola

non sa neanche cos’è!

C’è chi fa festa

c’è chi si diverte

volta la carta e scopri che

c’è chi muore e soffre

senza un perché!

C’è chi si abbuffa

c’è chi mangia di tutto

volta la carta e scopri che

c’è chi non ha il cibo come te!

 

 

 

 

 

 

Andrea Ferretti, V B, Don Milani


 

PREMIO SPECIALE  AMORE PER LA NATURA

 

LA VITA DI UN CONTADINO

 

Laggiù c’è un sole che splende lontano

apri le tende così l’ammiriamo.

Guarda laggiù arriva un temporale

chiudi le tende a quel buio infame.

Adesso vado a dormire

perché la pioggia non voglio sentire.

Arriva il giorno vado in giardino

vedo il sole spuntar di mattino.

Ora smetto di cincischiare

prendo la falce inizio a falciare

e dopo ore di duro lavoro

le spighe di grano splendon come oro.

Ma adesso è ora di tornare

di nuovo nei sogni posso navigare.

 

 

 

Federico Laversa, Riccardo Pinelli, Tommaso Trombini, 5 D, Ferrari

L’AMICIZIA

 

 

L’amicizia è la cosa più bella e sicura

la paura quella più oscura,

sappi che ovunque tu sarai

un amico qui sempre avrai.

Preferisco sentire parole brutte ma vere

piuttosto che parole false,

quelle vanno distrutte!

L’amico non ti tradisce

ma ti consola e ti capisce,

quando tu tornerai

non ci separeremo mai.

Non pensiamo al futuro ma al presente

che occupa già tutta la mente,

uniti siamo piccoli giganti

che insieme attraversano mari e monti

 

 

 

 

 

Davide Pizzetti, Alessandro Veliko, 1° P

 

 

 

 

 

 

 

 

AMICO MIO

 

 

Amico mio che mi hai aiutato

a rialzarmi e a denudarmi delle mie

timidezze.

A te che sei la mia colla

per tenermi attaccato alla terra,

 non farmi volare via come

un uccello.

Ti ringrazio quando un giorno mi dirai

“ Tu ce la farai”

 

 

 

 

 

 

Samuele Prinzis, 1° O

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AVERE UN AMICO

 

 

Avere un amico è importante

c’è l’ho sempre nella mente

se tu sarai un pianista

io sarò il cantante,

se tua andrai ad oriente

io ti seguirò fino ad occidente.

 

Ti sogno di notte

sento la tua voce

come quella delle marmotte,

a stare con te si sta bene

ti inviterei a tutte le cene.

 

Avere un amico è davvero speciale

sei impresso nel mio cuore

e sei dolce come more

e con te so che

non mi farei mai del male.

 

 

 

 

 

Riccardo Tardini, 1° A

 

 


 

CIAO

 

Ciao, vuoi essere mio amico?

Certo, ti ho incontrato a Fico!

Domani andiamo al parco

così ridiamo scoccando l’arco.

 

Quanto durerà la nostra amicizia?

In eterno, perché sarà una delizia

come le caramelle al limone a arancia

che a tutti quanti fan venire mal di pancia.

 

Questa poesia è stata creata

da una amicizia appena iniziata.

 

 

 

 

 

 

 

Giacono Minghelli, Federico Rompianesi, 1 M

 

 


 

 

 

PREMIO SPECIALE SIMPATIA

 

AMICIZIA

 

L’amicizia è una cosa importante

un po’ come la commedia di Dante

tra amici ci si aiuta

e nessuno si rifiuta.

 

Tra amici noi parliamo

e balli stravaganti facciamo,

battute squallide diciamo

è così che ci divertiamo…

 

I migliori amici noi non tradiamo

se no brutta figura facciamo.

Questa poesia ora finiamo

Ciao ciao… ce ne andiamo!

 

 

 

 

Matteo Costi, Pietro Forzisi, Martino Nicoletti, 1° R

 

 

 

 

 

 

 

GATTO

 

 

Vorrei essere te, gatto

seduto sul ciglio di un fosso:

le zampe morbide nell’erba umida

il sole caldo sul pelo soffice,

a guardare farfalle leggere sui fiori del campo.

E invece mi perdo nei come e nei devo

di un mondo migliore:

nel sogno di terre senza confini

di piccole mani felici di vita

di mari aperti stupiti d’azzurro

solcati da barche curiose di nuovo

e non affondate da speranze impaurite.

E sogno che ognuno abbia un sogno,

guardando quel gatto seduto sul ciglio del mondo.

 

 

 

 

Andrea Algeri, 2 S

 

 

 

 

 

 

 

 

SOGNARE OLTRE IL CONFINE

 

Dolce e quieta pare la notte

anche se nei sogni mi riempio di botte.

E’ colpa di quel vuoto che mi brucia dentro,

quella mancanza di fiducia che non sempre conservo.

 

Speranze lasciate

sogni distrutti

fatiche lacerate

dagli insulti di tutti.

 

Non le ascoltare quelle voci amare

che il cuore spengono

e la mente feriscono.

 

Pensa al domani,

ai dubbi lontani,

agli obiettivi raggiunti

mai ai fallimenti presunti.

 

Ricorda una casa,

ragazzo buono e sognatore,

un insegnamento, un qualcosa

di grande valore:

chi in vita è stato grande

e il suo valore non ha scordato

volerà per sempre con la mente

in un cielo azzurro e sconfinato.

 

Virginia Bernardini, 2 G

 

UN SOGNO, UN OBIETTIVO

 

 

Da grande Maria

sogna d’andare via,

vuole diventare una persona potente

come un sovrano o un presidente.

Le piacerebbe far parte del parlamento

ed essere libera , volare col vento.

 

Con la sua sicurezza, Teresa

è determinata ad aprire un’impresa.

Laboriosa come una formica

si impegna durante la sua lunga vita.

 

Maria e Teresa cercano la loro occasione

non si danno per vinte aspettando alla stazione.

Avranno sicuramente tanto da fare

ma hanno imparato a non mollare.

Ci saranno persone  che le deluderanno

e altre che la man loro terranno.

 

La vita ti insegna a sognare

e tu devi saperla apprezzare.

 

 

 

 

Elisa Rossi, Vanessa Rubino, 2 S

 

PREMIO SPECIALE MESSAGGIO

SOGNA RAGAZZO SOGNA

Sogno per lasciarmi trasportare

come una foglia che segue il vento,

per essere libera di volare

e di vedere il mondo

che si fa apprezzare.

Mille pensieri si affollano nella mente

che collegano il presente

a tutto ciò che semplicemente

può diventare sorprendente.

Se tutti si volessero bene

non esisterebbero più guerre,

persone che soffrono di fame

che lottano anche solo per un piccolo pezzo di pane.

Vivo e combatto per una vita leale

e veri sentimenti,

detesto i lamenti che non portano a cambiamenti,

anche solo per migliorare e imparare.

Disapprovo le ingiustizie

che nascono e si intromettono nelle amicizie,

che fanno crollare quello che poteva diventare

un affetto vero e speciale.

E’ molto più facile confondersi tra la massa

che far conoscere me stessa.

Combatto per l’essere umano

per la sua unicità

che lo rende esclusivo, particolare, incomparabile e singolare.

Questa vita mi insegna a essere combattente,

cado e mi rialzo,

continuando a inseguire quei valori,

ben radicati nel mio ambiente.

La foglia si è posata

e una risata mi toglie da quei pensieri

fluttuanti e imponenti.

I sogni svaniscono

e la realtà ritorna

con prepotenza e abilità.

 

 Sara Guidelli, 2 G

FRATELLO MIO

 

 

Da dove vieni,

fratello mio?

Dal monsone al deserto

hai viaggiato

con un sogno

stretto in pugno…

 

Se fuggiva

tu lo inseguivi

su una strada

senza fine

 

Una strada

su cui navigava

la tua speranza,

l’ultima ad affondare

 

in quel mare

nero di pece

nemico

dei tuoi sogni di luce.

 

 

 

 

Giulia Bonechi, 3 B

 

 

 

IL VELO DELLA SOLITUDINE

 

 

Immobile e sola intorno mi guardavo

ma in nessuno di loro mi rispecchiavo.

Cercavo aiuto in una luce che arrivava dal cielo

ma niente avvertivo, se non un  pesante velo.

 

Essendo sola ho capito cos’è la vita,

e la vita più bella è tutta in salita

piena di ostacoli e distinzioni,

con vittorie, sconfitte e delusioni.

 

Bianco o nero, pensiamo di non essere uguali,

perché parlare di razze? Non siamo animali!

 

 

 

 

 

Chiara Mingione, 3 P

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GUARDI IL MONDO

 

 

 

 

Guardi il mondo

e non ti somiglia

non ricevi né sogni né gioie

solo illusioni

ma tu,

piccolo petalo di fiore

cresciuto con amore

scorgi il colore

oltre il grigio orizzonte.

 

 

 

 

 

 

 

Viviana Mercadante, 3 B

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PREMIO SPECIALE ORIGINALITA’

 

UGUALI MA DIVERSI

 

 

Io ho la pelle di un altro colore

ma non per questo sono diverso

io mi muovo su una sedia a rotelle

ma non per questo sono diverso

io pratico un’altra religione

ma non per questo sono diverso.

 

Io sono diverso

perché tu sei diverso

Io sono diverso

ma lo stesso mi diverto.

 

Siamo tutti uguali, ma

allo stesso tempo diversi,

e… in mezzo a questo casino

ormai ci siamo persi.

 

 

 

 

Oscar Chen, 3 O

 

 

 

 

 

Concorso Fiordiversi a.s. 2016 - 2017 XV edizione

pubblicato 12 giu 2017, 23:50 da Preside Scuola media Fiori   [ aggiornato il 13 giu 2017, 00:08 da Amministratore Sistema ]

 



Anno scolastico 2016\2017

 VINCITORI CONCORSO DI POESIA

“ FIORDIVERSI

XV edizione

 

Classi quinte

1° Classificato – Giovanni Baraldi, Francesco Formisano, 5C, Scuola Don Milani

2° Classificato – Elisa Rossi, Maya Sabatella, 5E, Scuola Palmieri

2° Classificato – Giovanni Bellentani, 5 A, Scuola Don Milani

3° Classificato – Alessandro Biscotti, Francesco Tosi, Matteo Piragine, 5B, Scuola  

                           Don Milani

3° Classificato – Sofia Cakar, Veronica Baschieri, 5 C, Scuola Don Milani

 

Classi prime

1° Classificato – Alicia Bonizzi, 1 E

2° Classificato – Diego Iavarone, 1 G

3° Classificato – Riccardo Lai, 1 P

3° Classificato – Matteo Malagoli, 1 F

 

Premio speciale: Peter Zagaglia, 1 D

 

Classi seconde

1° Classificato – Vittoria Baldini, 2 E

2° Classificato –  Sebastiano Cavani, 2 A

3° Classificato –  Serena Loschi , 2 D

 

Premio speciale: Martina Caselli, 2 H

 

Classi terze

1° Classificato – Francesco Lo Piccolo, 3 H

2° Classificato – Silvia Benedetti, 3 S

3° Classificato – Sabrina Barberini, 3 S

 

Premio speciale: Francesco Sensini, 3 B

Concorso Fiordiversi a.s. 2015 - 2016

pubblicato 14 giu 2016, 08:54 da Amministratore Sistema   [ aggiornato in data 14 giu 2016, 08:57 ]

Vincitori e poesie 2015-16


Concorso a.s. 2014 - 2015

pubblicato 11 giu 2015, 02:19 da Amministratore Sistema   [ aggiornato in data 11 giu 2015, 02:21 ]

VINCITORI DEL CONCORSO DI POESIA  FIORDIVERSI


scarica file

a.s. 2014\2015

 

Classi prime

1° Classificato – Giorgia Di Lorenzo, corso F

1° Classificato – Andrea Sfondrini, corso F

2° Classificato – Martina Mucci, corso H

3° Classificato – Chiara Vicini, corso I

 

Classi seconde

1° Classificato –  Chiara Sarlenga, corso O

2° Classificato –  Chiara Lei, corso F

3° Classificato –  Sabrina Marasco , corso P

 

Classi terze

1° Classificato  – Francesca Bastoni, Anna Maria Ferrari ,corso S

1° Classificato  - Stefano Ruini, corso E

2° Classificato –  Nicholas Corradini, corso S

2° Classificato –  Eleonora Gaido, corso R

3° Classificato –  Ilaria Muratori, corso R

 

1° CLASSIFICATO

 

TERRA

 

 

Stesa in una brughiera di fiori profumati,

come se la terra mi cullasse,

chiudo gli occhi come fossero finestre.

Il rumore di un vivace ruscelletto

mi risveglia.

Confusa mi guardo intorno

e con occhi avidi

ammiro i colori.

Verdi i gambi dei fiori sotto di me,

viola i  fragili petali come dolce risveglio.

Vedo vita,

il mio cuore si tramuta

e attirata da un richiamo lontano

mi alzo e cerco quella voce.

E’ una farfalla che chiede aiuto:

La terra muore, la terra muore!

Con le lacrime agli occhi

mi sento soffocare,

un proiettile mi ha perforato il fianco

e le mie zampe cedono.

Muoio insieme alla terra.

L’unica nostra madre.

 

 

 

 

 

Giorgia di Lorenzo 1F

1° CLASSIFICATO

 

TERRA

 

Terra, prima donna nell’universo

che diede vita a noi,

figli del cielo,

del sole, della notte, del giorno,

con la sua voce profonda mormora

a noi bambini,

unici eredi della vita:

Siate generosi, benefattori,

sappiate conservare le tante meraviglie

che la vita vi consegna.

Guardate me,

vecchia madre,

come ho saputo proteggervi.

Vi ho salvato da guerre, pestilenze,

ma ora sono io a chiedervi aiuto.

L’inquinamento mi soffoca

i fertilizzanti mi consumano

i rifiuti mi invadono.

E ora con uno sguardo confuso

vi osservo.

Andrea Sfondrini, 1^ F

2° CLASSIFICATO

 

 LA TERRA

 

Terra noi ti viviamo,

ti coltiviamo,

e grazie ai tuoi frutti

dai vita a tutti.

 

Terra c’è chi ti ama e ti cura,

e di loro non devi avere paura.

Purtroppo c’è anche chi ti sfrutta,

rendendoti sempre più brutta.

 

Loro non stanno ad ascoltarti

e se continuano così, riusciranno a rovinarti.

Cara Terra mia, tieni duro

che arriviamo noi… ragazzi del futuro.

 

 

 

 

Martina Mucci, 1^ H

 

 

3° CLASSIFICATO

 

LA TERRA

La terra tondeggiante

possiede rigogliose piante.

Laghi, fiumi e mari

sono necessari,

con le montagne e le colline

sembra non aver mai fine.

Il sole illumina e riscalda la terra,

le stelle e la luna la rendono più bella.

Con le sue quattro stagioni ,

rende i suoi frutti più dolci e più buoni.

In estate

il sole allunga le giornate;

in autunno

ci sono i colori più belli dell’anno;

in inverno

il freddo sembra durare in eterno;

in primavera

la pioggia scende leggera.

Qui vivono tanti animali,

ma non sono mica tutti uguali!

Uccelli che volano nei cieli

e ne vanno molto fieri,

i felini con la loro agilità

si arrampicano sugli alberi con facilità,

tanti pesci nuotano nei mari

tra tonni, triglie e calamari

e di rettili striscianti

ce ne sono veramente tanti.

Gli uomini che abitano la terra

non sono capaci di far solo guerra

ma son mammiferi intelligenti

che scoprono e inventano cose travolgenti.

Questo bel pianeta è da esplorare

quindi forza! Iniziamo a viaggiare.

Chiara Vicini, 1^ I

1° CLASSIFICATO

 

SENZ’ACQUA

 

Da nuvola a goccia,

dal seme alla terra,

è linfa per cui combattiamo una guerra.

 

Scivola dai cieli come fragile cascata

irrompe dai mari cullata lenta.

Onda dopo onda,

dimenticata.

 

E’ acqua la rugiada sul papavero che sboccia,

acqua la lacrima su un viso di pioggia

acqua la fonte di vita primaria

sulle spiagge di quest’umanità che ne abusa contraria.

 

Ci mancherà, come l’aria?

Domani,

chiediamolo domani.

Sul vetro scorre l’ultima goccia:

è solo acqua.

 

 

 

 

 

Chiara Sarlenga, 2^ O

2° CLASSIFICATO

 

L’ACQUA

 

 

L’acqua può avere tutti i colori

e allo stesso tempo non averne.

L’acqua è dentro di noi,

è nelle nostre vene,

è nei muscoli,

è nei nostri pensieri.

L’acqua è intorno a noi,

è nei ruscelli festosi,

è nei laghi silenziosi,

è nel mare profondo.

L’acqua è il nostro passato

e il nostro futuro.

 

 

 

Chiara Lei, 2^ F

 

3° CLASSIFICATO

 

ACQUA

 

 

Fermati e immagina

una distesa d’acqua

immobile, divina.

Ora pensa alla povertà

dove la fame e la sete

portano via ogni briciolo di felicità.

Non ti senti un po’ egoista?

Hai per te tutta quell’acqua

pura,  essenziale

che salverebbe un sorriso

dal volto di un bambino.

Ma la sprechi, la rovini

a chi darebbe tutto per un goccio di vita

che tu distruggi divertendoti.

L’acqua è medicina della povertà

così inutile per te

così essenziale per loro.

 

Sabrina Marasco, 2^ P

1° CLASSIFICATO

 

ARIA, CON GLI OCCHI DI UN BAMBINO

 

L’aria non si compra

l’aria non si vende,

l’aria è mia, l’aria è tua,

l’aria si difende.

 

L’aria è pungente

l’aria è leggera,

l’aria è riposo, stasera.

 

L’aquilone grida libertà

in un mondo senza pietà

e l’aria mi porta distante

dagli obblighi di un lavoro costante.

 

Posso di nuovo guardare la vita,

assaporarla tollerante, pulita,

con gli occhi di un bambino che gioca in cortile

nell’aria serena di un giorno d’aprile.

 

L’aria mi porta lontano

in un luogo in cui tutti si danno la mano

e nonostante i ricordi pieni di rancore

io credo ancora in un mondo migliore.

 

Francesca Bastoni,  Anna Maria Ferrari, 3^ S

1° CLASSIFICATO

 

ARIA

Aria corrotta, pesante, difficile

aria virtuosa, leggera, invisibile.

Aria come vento, ti sfiora, ti appare lontano

aria come vento, non tocchi con mano.

 

Aria che costringe ad abbandonare le speranze

aria che separa, che crea le distanze.

Aria vuota, aria di mille emozioni

aria di speranza e di tante delusioni.

 

Parlano di politica, economia, fallimento

parlan così tanto, le parole sono vento

questa è la causa della voglia di successo

e questo è proprio quello che è successo.

 

Dalla nostra evoluzione

alla nostra involuzione.

Parlano di una soluzione

mentre ridono davanti a questa situazione.

 

E’ un posto dove non voglio

e non posso più stare.

E’ un’aria, è uno scoglio

che non posso respirare.

 

Stefano Ruini, 3^ E

2° CLASSIFICATO

 

ARIA

A volte sento il bisogno di scappare,

provare la sensazione delle onde del mare,

isolarmi dal caos della mia città

e liberarmi di questa mostruosità.

 

Il vento mi ha sempre recato fantasia

all’interno della infelicità mia

mi vuole portare oltre la realtà

mentre mi circonda questa strana mentalità.

 

Il vento mi ricorda la voce dell’infinito

la quale mi ha fatto sempre rimanere sbalordito,

il cielo non so come faccia a tenere questa meraviglia,

il mondo si è trasformato in una grande famiglia.

 

Il vento  come due fidanzati

nel momento in cui sono abbracciati

hanno creato una forza immortale

per tutti una cosa vitale.

 

Il vento è come un sogno

di cui  io ho bisogno

per trovare in me una luce vivente

travolgente come una corrente.

 

 

 

 

 

 

Nicholas  Corradini, 3^ S

 

 

 

2° CLASSIFICATO

 

L’ARIA

 

Aria,

che ci avvolgi come un fresco abbraccio

aria,

che ci dai sollievo nel caldo estivo

aria,

 che profumi di neve e di tiglio.

Aria.

 

Il respiro della terra,

che ci fai sentire vivi,

che a volte dai sollievo

altre porti il gelo.

Il gelo dell’inverno

 è Il suo alito ghiacciato

poi ci allieta in primavera

portando un soffio profumato,

segue l’estate

e la sua brezza delicata

infine l’autunno

ed il suo forte vento,

che spettina i capelli

che fa volare le foglie.

 

Aria che sei ovunque,

invisibile brezza,

sospiro di vita,

soffio del pianeta.

Eleonora Gaido, 3^ R

3° CLASSIFICATO

 

 

 

 

 

L'ARIA

 

 

 

 

Vorrei essere vento

che scompiglia i tuoi capelli,

vorrei essere brezza

per accarezzare il tuo viso,

vorrei essere aria

per portarti il profumo dei ricordi...

per esserti vicina ogni momento.

 

 

 

 

 

 

 

Ilaria Muratori, 3^ R

 

 

 

 

 

Concorso a.s. 2013 - 2014

pubblicato 11 giu 2015, 02:16 da Amministratore Sistema   [ aggiornato in data 11 giu 2015, 02:17 ]

VINCITORI DEL CONCORSO DI POESIA  FIORDIVERSI

a.s. 2013\2014


Classi prime – I COLORI

1° Classificato – Giorgia Montorsi, corso F

2° Classificato – Eleonora Zanelli, corso B

3° Classificato – Lisa Pattuzzi, corso B

 

Classi seconde- BELLO E’…

1° Classificato –  Anna Maria Ferrari, corso S

2° Classificato –  Sara Sindaco, corso F

3° Classificato –  Piotr Krollzyk , corso D

  

Classi terze- PER ME TU SEI

1° Classificato  –  Matteo Mori , corso F

2° Classificato –  Stefano Messori, corso R

3° Classificato – Martina Ricci, corso H

3° Classificato –  Alessia Nocetti, corso D

 

 

CONCORSO

“ UN LOGO PER IL FIORDIVERSI


Il concorso è stato vinto dal disegno presentato da due alunne di 3° R

 di Magreta :

Ilaria Schenetti, Amelia Zanni




1° CLASSIFICATO – Classe prima

 

I colori


Il bianco come la neve d’inverno

sembra un silenzio eterno.

Il giallo come il sole che splende in estate

fa avere una felicità che neanche immaginate.

Il rosa come un fiore di primavera

assomiglia al tramonto di sera.

Il rosso come l’amore

mi fa riscaldare il cuore.

Il blu come la notte nera

fa venir voglia di primavera.

Il verde come l’alleanza

mi piacerebbe ballare una danza.

Il viola ricorda un fiore appena sbocciato

quando lo guardo mi sento rinata.

Le loro braccia diverse

si uniscono per sempre

e con tanta allegria

avviene una stupenda magia.

E in un battibaleno

ecco l’arcobaleno.

  

Giorgia Montorsi- 1° F

 

1° CLASSIFICATO – Classe seconda

 

BELLO E’…

 

Bello è quando la musica porta via i pensieri,

quando trascina sul ritmo delle note,

quando assapori attimi sinceri,

quando esprimi il tuo talento e la tua dote.

 

Bello è quando la musica ti fa dimenticare,

quando degli attimi più belli ti ricordi,

quando una melodia sa farti sognare,

quando danzi sul ritmo degli accordi.

 

Bello è quando la musica ti avvicina alle persone,

quando sa farti amare e perdonare,

quando scopri cosa significa condivisione,

quando da una brezza leggera

ti fai trasportare.

 

Anna Maria Ferrari – 2° S

 


1° CLASSIFICATO – Classe terza

 

 Per me tu sei

 

Per me tu sei amore.

Tu mi hai desiderato

e nel tuo grembo con gioia mi hai portato,

mi hai teso la mano

quando ancora camminavo piano piano.

Trascorrevi con me la giornata intera

lasciando la casa com’era.

 

Per me tu sei saggezza.

Tu mi hai insegnato l’onestà,

che il rispetto è fondamentale,

che l’umiltà non può mancare.

Da te ho imparato a ringraziare,

che a volte una battuta può sdrammatizzare,

che ci si deve accontentare,

che c’è più gioia nel dare che nel desiderare.

 

Per me tu sei pace.

Sei conforto nelle amarezze,

tu, con dialoghi e carezze,

colmi le mie insicurezze,

la mia collera sai placare

quando agitato mi vedi rincasare.

 

Per me tu sei fierezza.

Vorrei vederti invecchiare

poterti un giorno di tutto ricompensare,

le tue lunghe giornate allietare

e sottobraccio con te passeggiare.

Vorrei allungarti la mano

quando sarai tu a camminare piano piano,

quella che tu mi tendevi ieri

tu, mio faro, che sempre sei nei miei pensieri.

 

 

Matteo Mori – 3° F

 

1-5 of 5

ĉ
Amministratore Sistema,
29 mag 2014, 02:23